Loading...

giovedì 24 novembre 2011

Striscia o non striscia, la discarica è un problema


Ieri doveva essere il giorno dell’arrivo di Striscia la notizia alla discarica di contrada “La Zingara” di Melicuccà, ma come è stato reso noto da un comunicato stampa di Legambiente “Aspromonte”, il viaggio in Calabria dell’inviato Max Laudadio – che avrebbe anche dovuto fare tappa a Catanzaro, presso gli uffici dell’assessorato regionale all’ambiente – è stato rinviato a causa del maltempo. Ma con o senza le telecamere di Canale 5, la questione della discarica tocca da vicino la nostra comunità e richiede alla popolazione uno sforzo di partecipazione alla battaglia che, quasi in solitaria, sta conducendo da tempo Mimmo Rositano, presidente del circolo aspromontano di Legambiente.
Andiamo con ordine. Tutto inizia nel dicembre 2010, quando la chiusura della discarica “Marrella” di Gioia Tauro provoca i primi veri disagi nella raccolta dei rifiuti nella Piana. Il governo regionale decide l’apertura di nuove discariche e chiede collaborazione alle amministrazioni comunali. Invito colto immediatamente da Emanuele Oliveri, sindaco del comune di Melicuccà, all’interno del quale ricade la località “La Zingara”, che di fatto, però, è incastrata tra i comuni di Sant’Eufemia e Bagnara Calabra. Costo dell’operazione per la realizzazione della conca e la bonifica del sito (che contiene una discarica già utilizzata negli anni scorsi): 2.756.518,48 euro. La multinazionale Veolia attraverso una sua controllata (Tec) dovrebbe poi gestire la discarica, destinata ad accogliere il FOS (frazione organica stabilizzata) proveniente dal termovalorizzatore di Gioia Tauro, con un ulteriore introito per le casse del comune di Melicuccà di 5 euro a tonnellata.
Smaltimento dei rifiuti, sovraffollamento del pianeta e depauperamento delle risorse naturali rappresenteranno la questione centrale in questo secolo. Produciamo rifiuti con un ritmo esponenziale, per cui non possiamo pensare di scansare gli oneri del loro smaltimento. Qualcosa però non torna. Il primo a capirlo è Mimmo Rositano, un eufemiese abituato a “fare le pulci” alle amministrazioni locali, indipendentemente dal loro colore politico. Raccoglie materiale, ascolta pareri tecnici, fa opera di sensibilizzazione. Anche a Bagnara qualcosa comincia a muoversi, per iniziativa di un comitato di residenti di contrada Piani di Pomarelli, praticamente a due passi dalla discarica, e di Daniela Monterosso, segretaria provinciale del Partito popolare sicurezza e difesa. A fine aprile 2011, un consiglio comunale aperto, a Melicuccà, affronta la questione. I sindaci di Bagnara (Cesare Zappia) e di Sant’Eufemia (Enzo Saccà), si dichiarano pronti alla mobilitazione, mentre alcuni cittadini manifestano perplessità di fronte alla promessa che la vecchia discarica sarà bonificata e la nuova costruita nel rispetto di tutte le norme di sicurezza. C’è il timore che, una volta aperta, vi finisca dentro di tutto. Non è un timore infondato. L’odore acre che ogni tanto giunge in paese e la colonna di fumo che talvolta si vede salire in cielo non sono segnali rassicuranti. Il ricordo del fumo nero e dell’olezzo tossico sprigionato per una settimana dall’incendio di trentamila traversine al creosoto, finite non si sa come nella vecchia discarica, a cinque anni di distanza è ancora vivo.
Antonino Calogero, segretario della Cgil della Piana rilancia, ponendo la domanda da un milione di dollari, quella alla quale nessuno ha ancora risposto: perché il Commissario per l’emergenza ambientale ha proposto la costruzione di tre nuove discariche, tutte in provincia di Reggio (Rosarno, San Calogero e Melicuccà)? C’è un progetto per fare della nostra area la pattumiera della regione? Il dubbio viene, anche perché, accanto alla vicenda delle discariche, c’è quella del raddoppio del termovalorizzatore di Gioia Tauro. Una scelta illogica e antieconomica (basti pensare ai tempi e ai costi del trasporto) rispetto alla previsione iniziale di costruire un impianto nel cosentino, per il quale l’ex giunta Loiero, la provincia di Cosenza, ed il comune di San Lorenzo del Vallo avevano sottoscritto un protocollo d’intesa. La gestione emergenziale dei rifiuti si è rivelata un fallimento. Già il fatto che duri dal 1997 la dice lunga: un’emergenza dovrebbe essere affrontata e risolta nel più breve tempo possibile, non procrastinata all’infinito. Nessuno dei problemi è stato risolto: la discarica di Pianopoli va in tilt non appena piove, quella di Alli è finita sotto sequestro per la violazione delle norme ambientali e –notizia di oggi – l’inchiesta in corso (“Pecunia non olet”) ha portato all’arresto di cinque persone, al sequestro di beni per 12 milioni di euro e alla richiesta di interdizione per il Commissario per l’emergenza ambientale, Graziano Melandri, già dimessosi dall’incarico nei giorni scorsi. Per quanto riguarda la discarica di contrada “La Zingara”, sono tre gli elementi che suscitano perplessità e per i quali va verificato il rispetto delle leggi: la distanza della discarica dagli insediamenti abitativi, davvero minima; il passaggio su di essa dei cavi dell’alta tensione, con il conseguente rischio di un’esplosione nel caso di esalazione di gas infiammabili; l’esistenza nel sottosuolo di una falda acquifera che confluisce nell’acquedotto “Vina”, che serve diversi comuni della Piana.
La giornata di ieri è stata comunque importante. Il sindaco di Bagnara ha infatti reso noto di avere presentato una denuncia alla Procura della Repubblica per chiedere di verificare la regolarità dei lavori di costruzione e di accertare la commissione di eventuali reati ambientali. La scintilla di Legambiente è ormai diventata una battaglia di civiltà e di verità, da sostenere senza se e senza ma.

19 commenti:

Anonimo ha detto...

CARO DOMENICO, SONO UN SOCIO DI LEGAMBIENTE E SCRIVO A NOME DELL' ASSOCIAZIONE TUTTA.. VOLEVO DIRTI CHE IL SIGNOR ROSITANO NON HA FATTO UNA SCINTILLA MA HA FATTO UN FUOCO.TUTTO SOLO! INFATTI HA DENUNCIATO I GIGANTI IDEATORI DELLA DISCARICA DEPOSITANDO LA DENUNCIA IL 28 OTTOBBRE ALLA PROCURA DI PALMI.SUCCESSIVAMENTE LO STESSO HA FATTO FIRMARE LA DENUNCIA ANCHE AL SINDACO DI BAGNARA CESARE ZAPPIA . ROSITANO HA GIRATO PER TROVARE LE ILLEGALITà CHE NASCONDE QUESTO MOSTRO... IL SINDACO SACCà SI è DIMOSTRATO PRONTO A FARE QUERELA IL 27 APRILE... DURANTE UN COMIZIO A MELUCUCCà, MA MI DOMANDO UNA COSA: DOV'è FINITA QUELLA FAMOSA QUERELA DEL SINDACO? RICORDO UNA FAMOSA CANZONE PAROLE PAROLE PAROLE. GLI EUFEMIESI FINO AD ORA DOVE SONO STATI? A RIDERE QUANDO IL SIGNOR ROSITANO GIRAVA PER LE STRADE PER SENSIBILIZZARE LA GENTE? E LE ASSOCIAZIONI DEL PAESE DOVE ERANO FORSE IMPEGNATI IN QUALCHE SAGRA CONTADINA? è BENE QUESTI SIAMO! TANTO SE CADE IL MONDO MI SPOSTO UN PO PIù IN LA! TU CHE DICI? E ANCHE TU DOMENICO FINO AD ORA MI SEMBRA CHE QUASI MAI HAI PARLATO DEL PROBLEMA, ORA A 2 METRI DAL TRAGUARDO TI OCCUPI DELLA STORIA? QUESTA ESTATE DOV'ERAVATE QUANDO NOI ERAVAMO NELLA DISCARICA AD INDAGARE? FORSE AL MARE AD ABBRONZARVI LE CHIAPPE CHIARE? COME PUBBLICAVA GIOVEDì 21 LUGLIO LA GAZZETTA DEL SUD DEDICANDOCI UN ARTICOLO A PAGINA 32.. CARO DOMENICO NOI SIAMO QUELLI DEI FATTI NON DELLE PAROLE.. SE TI REPUTI LOTTATORE ASSOCIATI E DIVENTA UN LOTTATORE NON UNO SPETTATORE!E POI FARE UN ARTICOLO ELOGIANDO CHI NON HA MERITI (I POLITICI) UMILIA IL NOSTRO GRANDE E SACRIFICATO IMPEGNO . AL POSTO DI DEFINIRE ROSITANO UNA PULCE, LO DEFINIREI UN DAVIDE CHE COMBATTE CONTRO I GIGANTI.. LUI SI CIBA DI SODISFAZIONI E VITTORIE , NON DI SANGUE COME LA PULCE.. NOI ABBIAMO SPESO SOLDI DI TASCA PROPRIA PER SALVARE IL NOSTRO FUTURO E NON CI ARRENDIAMO DIFRONTE A NIENTE CI CIBIAMO DELLA FORZA DI VOLONTà."NOI MORIAMO UN GIORNO SOLO NON TUTTI I GIORNI". NOI NON SIAMO UN BRANCO DI PECORE MA LEONI.NOI RECLUTIAMO LOTTATORI NON PECORE ED AGNELLI, SERVONO LOTTATORI VERI PER LOTTARE PER L'AMBIENTE E LA DIFESA DEL TERRITORIO. NOI VOGLIAMO PORTARE IL NOSTRO PAESE IN UNA NUOVA REALTA' PIU' DIGNITOSA E PIU' VIVIBILE. NON VOGLIAMO VIVERE NEI SOGNI E NELLE PROMESSE DEI POLITICI (PAROLE SOLO PAROLE) MA I FATTI DOVE SONO? FINO AD ORA LA DISCARICA E' STATA USATA SOLO PER POLITICA, MA PER QUANTO RIGUARDA LA REALE MINACCIA DI QUESTO ECO-MOSTRO FORSE NEMMENO HANNO CAPITO LA REALE PERICOLOSITA'. CONCLUDENDO, QUELLO CHE VOGLIO DIRE E' CHE BISOGNA DISTINGUERE BENE IL PERICOLO DALLA POLITICA SPERO CHE CHI VERAMENTE E' COSCIENTE DEL PERICOLO DI QUESTA DISCARICA, NON SI LIMITI A SCRIVERE O A PARLARE, MA CHE AGISCA TENACEMENTE E CON DECISIONE.
SAVERIO OCCHIUTO

Domenico ha detto...

1) non credo di avere umiliato il vostro impegno, anzi mi sembra che nell'articolo riconosca chiaramente i meriti di Legambiente e di Rositano;
2) non mi occupo della vicenda a due metri dal traguardo: c'era una notizia (quello dell'arrivo di striscia la notizia, cosa non consueta per il nostro paese) e l'ho data;
3)non solito mostrare le chiappe chiare né al mare né altrove;
4) non rido mai di chi si impegna per qualsiasi cosa, né penso che il mio impegno sia migliore di quello di altri;
5) tutte le associazioni vanno elogiate e non criticate. Se ti riferisci alla mia, beh, abbiamo portato 5 disabili a lourdes e, come facciamo da 10 anni, abbiamo fatto la colonia estiva per i disabili, più altre cose, senza bisogno di dire "guardate quanto siamo bravi!"
6) non ho bisogno di associarmi per dire quello che penso.
7) non ho detto che rositano è una pulce; ho detto che è abituato "a fare le pulci", cerca di capire la differenza;
8)l'idea che tutti gli altri sono un branco di pecore la trovo molto sbagliata

Carmen ha detto...

Leggo straniata un commento che mi sembra assurdo. Scusa Saverio se mi permetto di dire questa cosa, ma mi sembra di leggere un monologo di uno dei tanti comici che fanno il verso e qualche politico esasperandone i toni.
Vedi, quando si legge si deve fare una cosa sola: STARE ATTENTI! Se non si legge attentamente è inutile fare commenti poco attinenti poi... Nessuno ha messo in dubbio l'attività di Rositano o di Legambiente, nessuno ha mai riso delle indagini di Rositano, almeno non tra gli scriventi. Se poi non avete chiaro il concetto di "fare le pulci" non fa niente, basta che fraintendendo non vi offendiate (leggi: era un complimento, non un'offesa. Così almeno, per il futuro, sapete che nessuno ha mai pensato che Rositano si cibi di sangue).
Le nostre associazioni, invece, sono ludico-culturali, e ben vengano le sagre contadine e gli annessi e connessi che portano visibilità e turismo al paese (vedi, tra tutte, la sagra della patata). Non sono quindi tenute a fare indagini su nulla (Legambiente è un'altra cosa, non paragoniamo, non "'mbschiamu secari e saliprisa"!). Si possono apportare migliorie alle nostre realtà anche in maniera differente. La cosa importante rimane l'impegno messo. Se, invece, il riferimento era diretto all'Agape: se non stai dentro e non sai, non parlare. L'agape svolge attività di volontariato da 20 anni, senza troppi fronzoli, senza il bisogno di "farsi vedere" dal resto del mondo. Non si tratta di prendersi dei meriti. E non si tratta nemmeno di fare la gara a chi fa di più. Se non lo sapessi, il principio del volontariato è un altro. E non può essere Legambiente (né altri) a dire ad un'associazione come l'Agape cosa deve o non deve fare.
Per quanto riguarda Domenic... Beh... Credo che abbia sempre svolto il suo "dovere di cronaca" egregiamente, informando i cittadini attraverso il suo blog su tutto ciò che riguarda il nostro paese e andando anche oltre, sempre con uno spirito critico fine e preciso. E anche in questo caso "è stato sulla notizia", come era giusto che fosse. Anzi, credo che abbia reso un buon servizio al paese (e a voi in particolare), visto che l'articolo stamattina è apparso sul Quotidiano della Calabria e sarà quindi letto da circa 20000 persone. Tutta pubblicità gratuita per Legambiente e per Rositano, considerando che si è parlato in toni più che positivi del vostro operato.
Non bisogna lasciarsi prendere la mano dai sogni di gloria (vana?) perché altrimenti si rischia di prendere lucciole per lanterne. E poi, "prima di parlare - come recita un vecchio detto - assicurarsi che il cervello sia inserito". E' una buona norma per chiunque.
Sul reclutamento dei lottatori e sull'incapacità delle pecore e degli agnelli poi non so cosa dire se non che mi sembrava l'apoteosi del nulla quello che stavo leggendo, un miscuglio fra Don Chisciotte e l'Apocalisse.
Da buona pecorella adesso me ne torno al mio branco. Forse ho parlato fin troppo per i gusti di qualcuno. Sono proprio una pecora anomala però, perché non sopporto chi si erge su un piedistallo (singolo o associazione che sia) e si sente in diritto di dare giudizi affrettati, dozzinali e qualunquisti, sparando a zero senza cognizione di causa su tutti indistintamente.

COSIMO ha detto...

Caro Saverio, cara Legambiente e soprattutto caro Rositano come diceva Carmen prima di commentare si deve leggere e poi azionare il cervello per capire l'articolo e a noi tutti ci sembra che l'azionamento del cervello proprio non è avvenuto.
A tutti noi lettori, l'articolo di Dominic è sembrato un riconoscimento all'operato di Legambiente e di Rositano e non una forma di sminunire quello che ha fatto.
Dal commento lasciato, quasi quasi, sembra che noi tutti eufemiesi dovevamo fare una statua a Rositano ed elogiarlo in ogni momento della giornata, qua nessuno non riconosce il merito del suo impegno ma tutti pensavamo che si stesse impegnado per il bene del paese e non per essere adorato con un Dio!!!
Caro Saverio la vostra lotta è una lotta giusta e su cui nessuno ha il coraggio di dire cose negative ma il tuo commento, composto di tanti frasi fatte, sembra francamente fuori luogo e la cosa più brutta e che non è una tua opinione personale ma l'opinione dell'intera vostra associazione.
Le battaglie vengono fatte perchè si crede in qualche cosa e non per essere elogiati e adorati, se lo scopo della vostra associazione è quello di ottenere elogi a destra e a manca, è meglio far parte di un gregge di pecore che di un'associazione di leoni che fa la gara ad ottenere l'elogio più bello!!!!

Anonimo ha detto...

Carissimi Cosimo e Carmen, ci tengo a puntualizzare che il mio cervello è costantemente inserito anzi direi che è sovralimentato e quando scrivo, sò quel che scrivo.
A buon intenditore poche parole.Quando Dominic ha scritto che Mimmo è abituato a fare le pulci agli amministratori locali, evidentemente nemmeno Dominic conosce il significato di tale frase. Fare le pulci vuol dire analizzare qualcosa con rigore puntiglioso, talvolta con presunzione ed ignoranza, nel tentativo di riscontrare contraddizioni ed errori insignificanti.
Hai usato un termine che non gli si addice al Rositano, Rositano per me e’ un gladiatore del popolo la vera voce del popolo non quella che qualcuno si scrive nei manifesti elettorali e poi sparisce dalla scena politica. Perciò puntualizzo e ti dico che Rositano non e un ignorante non e presuntuoso e non va a trovare errori insignificanti come dice la definizione di fare le pulci.
Ti dico che di errori non insignificanti ma gravi lui ne ha trovato molti nelle sue battaglie contro la politica per difendere la gente, e nota che alle sue spalle ha un bravo avvocato che lo segue percio si documenta prima di iniziare le battaglie ma questo vedo che voi nemmeno vi documentate e non fate battaglie.
Ho fatto parte di tante associazioni in paese e vi posso dire che nessuna di queste ha fatto cose positive, visto che avete nominato la sagra della patata, la proloco, oltre alla sagra della patata (organizzata malissima tra le altre cose) cosa fà? Riceve un sacco di finanziamenti per realizzare tale sagra e in più vanno a chiedere a tutti i ristoratori della zona di contribuire alla realizzazione dei vari piatti,proprio come degli accattoni. Poi con tutti i soldi in cassa cosa si fà? perchè le associazioni non si occupano anche delle problematiche ambientali? pensano solo al divertimento.
comunque chiudiamo qui il discorso perchè altrimenti dovrei passare molte ore per poter scrivere tutte le cose negative delle varie associazioni.
Ciao a tutti SAVERIO OCCHIUTO

Anonimo ha detto...

Solitamente non mi permetto di commentare piu' di tanto perche' non vivo piu' in paese e da spettatore passivo non penso stia a me fare la voce grossa e sparare a zero su tutto e a tutti.

Consiglierei comunque al Saverio Occhiuto di darsi una calmata, di moderare i termini e controllare la propria grammatica e punteggiatura (cosi' come scrivere in maiuscolo, la considero non solo una forma di diseducazione ma anche maleducazione!).

Come tutti i fanatici - i contenuti dei tuoi interventi purtroppo ti dipingono tale - sembra ti manchi non solo il senso della misura ma anche quello dell'umorismo.

Vorrei anche sapere cos'e' che hai fatto tu come persona ed individuo per fare la differenza in questa situazione o in paese.

Caro Saverio, e' comodo giudicare quando ci si nasconde dietro il nome di questa o quell'associazione e non ci si espone in prima persona.

Ammiro Mimmo Rositano per il suo operato ed ancora di piu' ammiro Domenic, non perche' sia mia fratello(Da adulti si giudica tutti con lo stesso metro) ma perche' ha dato voce ad un paese e, da singolo, ha avuto i 'coglioni' di esprimere pubblicamante e con umilta' pareri in argomenti talvolta scomodi, non solo senza mai compromettere in cio' in cui crede ma soprattutto a testa alta e assumendo responsabilita' delle proprie azioni.


Mario Forgione

Anonimo ha detto...

...Ops, PubblicamEnte!

Mario

CIRCOLO LEGAMBIENTE ASPROMONTE ha detto...

PRIMA PARTE
Sono venuto a conoscenza tramite il mio amico Enzo Fedele di questo blog e di questo articolo: mi presento sono Domenico Rositano "il tributarista ambulante" la voce del popolo la voce della verita' sempre e costantemente in battaglia da sempre.Vedo che qua' qualcuno sta parlando di me mi viene in mente una citazione famosa che recitava cosi': "state facendo i conti senza l'oste" e l'oste e' arrivato. In primis mi permetto di rimproverare Saverio Occhiuto quando dice di parlare al nome del circolo vorrei ricordare a Saverio che chi ha diritto di parlare a nome e per conto del circolo e' il suo Presidente e in mancanza il suo vice. Mi pare che la carica di Presidente e' mia e sta a me parlare a nome e per conto del circolo. Ringrazio chi ha scritto l'articolo e chi lo ha commentato. Ma se volete sapere come la penso in merito di tutto quello che avete detto ve lo dico francamente come franco sono stato sempre. Intanto per chi non lo sa' io faccio il vigile del fuoco e come tale devo spegnere le vostre animate fiamme.Cari ragazzi quando Saverio parla di umiliazione non si riferisce solo a quello che tu scrivi ma bensì a quello che scrivono tutti giornalisti che scrivono senza documentarsi. . E' da un anno che sulla discarica sul tuo blog non appare un articolo hai pensato di scriverlo forse perche' pensavi che sarebbe più utile mettere in risalto la venuta di striscia per parlare della discarica, ma questo a me poco importa perche gli articoli messi in evidenza che hanno seguito da vicino il nostro lavoro sono stati fatti da giornalisti come mauro nastri ecc. che sono venuti a documentarsi e mettendo in risalto non certo striscia ma i veri pericoli della discarica. Dovete sapere che il Sindaco Enzo Sacca' non ha apposto in nessun foglio di raccolta firme contro la discarica la sua firma, evidenzio che il 16 agosto 2011 in occasione di una manifestazione tenutasi al vecchio abitato e' stato invitato tramite microfono da me ad aderire al movimento antidiscarica; il sindaco insieme ha una componente della giunta stava comodamente seduto al tavolino e ha preferito gustarsi i panini con salciccia che apporre la firma e vederci chiaro alla problematica mediante i nostri filmati. Continuo.. Onorevole Fedele e' stato assente alla problematica non fiata mi domando perche?....onorevole Elio Belcastro vice ministro Ambiente non solo non fiata ma non risponde alle nostre p.e.c. e raccomandate.i sindaci hanno ricevuto il nostro appello tramite raccomandata p.e.c.. e non fiatano. Il 28 ottobre io presentai tramite il mio legale l'esposto denuncia alla procura di Palmi. IL 23 novembre il buon Cesare Zappia dopo che portai la denuncia per farla firmare la firmo' e deposito in procura.Per quanto riguarda le vere problematiche in paese la gente lo sa' chi veramente si impegna oppure preferisce coltivare il proprio orticello. CONTINUA.

circolo legambiente aspromonte ha detto...

Seconda Parte
Io per difendere la gente sono stato denunciato alla procura della repubblica DAL EX sindaco Gianni Fedele e quello che ho fatto non lo fatto per gli elogi come dice qualcuno, lo fatto COME RECITAVA LA SENTENZA DI ASSOLUZIONE E ARCHIVIAZIONE: QUELLO CHE HA FATTO ROSITANO LO HA FATTO PER MIGLIORARE LA QUALITA' DELLA VITA IN PAESE. Ricordo ancora che non per elogi ho salvato un intero quartiere da una esplosione di una macchina a gas nel pastificio Borrello dando prova corraggio del mio impegno fuori dal lavoro libero e in licenza. Ricordo ancora a qualcuno sempre libero del lavoro e in licenza ho ritrovato sul territorio di Cosoleto un anziano disperso da giorni precipitato in un burrone. Ricordo ancora a quello che ironicamente dice di fare una statua che nel mese di maggio presso la vecchia farmacia Cianci libero del servizio e in licenza tirai fuori dallo stabile avvocato Ascrizzi e misi in sicurezza un edificio in un incendio di medicinali scaduti non esitai ancora ad intervenire.La sera poi fui ricoverato in ospedale per intossicazioni di prodotti chimici non lo feci per elogio ecc. tutto questo perche sono una persona sensibile alle problematiche che si presentano. E FACILE PARLARE VERO Cosimo!.. cosa ha fatto Lei in merito alla problematica discarica e per la colletivita'? e poi le dico che quando uno scrive in un blog devi dire nome e cognome lei mi conosce io no, cosi ho modo di sapere chi sei? e sei hai fatto qualcosa di utile per gli altri. Io penso che uno non ci rimette soldi per elogio:Ricordo affrontai la battaglia sulla depurazione delle acque contro il sindaco e vinsi dal giudice di pace per dare alla gente quello che era dovuto ci rimisi soldi e non chiedo niente a nessuno. sulla discarica ci ho rimesso fino ad oggi 2.000 euro e non chiedo soldi o elogi. Ricordo che io difendo il mio territorio la mia gente,L' ambiente Aspromontano che io amo. Ricordo che ho incominciato un'altra causa col comune perche l'acqua che abbiamo bevuto fino ad oggi non e' stata monitorata dal comune, ente non ha provveduto, a fare le analisi come stabilisce la legge 31 del 2001.I cassonetti dell'immondizia sono stati sostituiti grazie al mio intervento perche' sono andato dal sindaco a rimproverarlo sulle condizioni pietose in cui erano; nella gara d'appalto prevedeva la loro sostituzione per circa 600. Ricordo la scuola elementare e il crollo del tetto sono stato io ha intervenire non con striscia ma con la mia telecamera a far vedere quello che non andava e a far trovare velocemente i 50 mila euro del tetto. Avrei tante cose da raccontarvi potrei scrivere un libro sul tempo che ho dedicato agli altri .Ho fondato in 5 mesi un'associazione e ho preso in mano una patata cosi bollente che non la trovate nemmeno alle sagre cittadine "La discarica la zingara" mi sono scontrato con una multinazionale miliardaria francese e lo denunciata. Ho fatto tanta sensibilizzazione alla problematica ma vi devo francamente dire che le associazioni in paese e' giusto che il loro scopo sia quello di migliorare la qualità della vita in paese pero vorrei puntualizzare che prima di fare sagre portare la gente a Lourdes si deve difendere l'ambiente se l'ambiente e' contaminato e' inutile che la pro loco incrementa il turismo, non viene più nessuno da noi perche stanno trasformando il nostro territorio in una pattumiera e i prodotti agricoli come la patata non servono all'ambiente malsano. I ragazzi disabili vivono male in un ambiente malsano. Per me viene prima di tutto il problema ambientale perchè investe tutto e tutti se vogliamo risollevare il nostro territorio; dobbiamo affrontare con coraggio i problemi e non stare a guardare che gli altri ci tolgono le castagne dal fuoco. Io vi ringrazio vi saluto e mi auguro che il popolo tutto capisca che il nostro territorio che ci circonda è la nostra casa. Mimmo Rositano il tributaristambulante presidente legambiente Aspromonte

Domenico ha detto...

chiedo scusa se mi sono permesso di elogiare l'operato di qualcuno, non volevo proprio!! così va bene!? perché qua mi sembra che siamo nelle condizioni per cui "se fai, fai male", "se non fai, fai male lo stesso". Una sola annotazione: ognuno è libero di intervenire e di dire tutto quello che vuole. Ci sono due soli limiti: il rispetto delle opinioni altrui e il divieto del turpiloquio. Per cui regolatevi: da qui in avanti, le opinioni che non rispetteranno questi due criteri saranno da me rimossi. Non è obbligatorio seguire il mio blog, per insultarvi a vicenda potete benissimo andare su facebook. Buon proseguimento
PS: se foste anche più sintetici, sarebbe il massimo.

Anonimo ha detto...

Mimmo era ora che intervenissi, finalmente hai capito che chi ha scritto l'articolo lo ha fatto solo per elogiare il lavoro che hai fatto sul problema della discarica. Prendi un consiglio da un amico che ti vuole bene, prima di far parlare il socio Occhiuto a nome del circolo, digli di consigliarsi direttamente con te oppure con l'avvocato Santino, perchè ne va del buon nome dell'associazione. Occhio a Saverio parchè con questa tiratina d'orecchie che gli hai fatto rischi di perderlo. Sai lo considero un buon elemento ma di solito la sua durata nelle associazioni è troppo breve. Non ho mai capito il perchè......Un abbraccio Grisù ed un grazie a Dominik che ci da la possibilità di dialogare su questo blog. Enzo Fedele.

Carmen ha detto...

Mimmo, ribadisco che nessuno ha messo in dubbio il tuo operato. Domenic non era tenuto a parlare della discarica necessariamente da un anno a questa parte. L'importante è che se ne parli se l'interesse è quello di sensibilizzare la cittadinanza. Non capisco il perché di questo "accanimento terapeutico" contro le sue intenzioni. Lo sappiamo bene che i processi alle intenzioni non portano lontano. E considerando che si è parlato bene di te come persona e dell'associazione che rappresenti credo che questo "processo" lasci il tempo che trova. Non condivido la tua opinione sulle associazioni. Ognuno fa il suo, com'è giusto. Ma sono punti di vista per cui è inutile continuare a discuterne.
Non puntualizzo sui significati sottintesi di alcune espressioni fisse italiane, usate da tutti con determinate accezioni tranne che da qualcuno, a quanto pare... Ma vabbe', pazienza. Continueremo a vivere ognuno nelle sue convinzioni. :)
PS. Lo giuro, diventerò sintetica! :P

Domenico ha detto...

"Accanimento terapeutico"?! Direbbe Fiorello-Carla Bruni: "Che brutta parola"! Oh, a me sembra di scoppiare di salute!
E comunque, per chiudere un aspetto della vicenda, guardate che nessuno è in grado di dirmi quello che devo o non devo scrivere, quando e come... Me lo si può solo suggerire, come è successo in questo caso. Difatti ho ringraziato chi me l'ha suggerito.

Carmen ha detto...

Non ti rispondo, che è meglio! ahahahahahah... Ok, forse c'erano espressioni migliori da usare, chiedo venia!

Anonimo ha detto...

Ho letto tutte le imprese ke ha fatto il tributarista e mi sono accorto ke ne manca una. Quando ha salvato il gatto di buonanima di Renzo ke era rimasto sul tetto e non riusciva più a scendere. è il mio eroe preferito, meglio dell'uomo ragno

Anonimo ha detto...

Carissimi,scrivo questo commento in primis per scusarmi con l'attuale presidente della proloco, in quanto le accuse da me fatte contro la suddetta associazione, si riferiscono a qualche anno fà per un episodio che è successo con un altro presidente. Tale associazione ha completamente cambiato aspetto, da quando l'attuale presidente Rocco Luppino ne ha preso le redini e sono andato personalmente a congratularmi lo scorso Natale, quando ha fatto girare per il paese alcuni maestri di organetto vestiti da babbo natale. Non mi soffermo ad eloggiare ancora Rocco Luppino, in quanto credo che tutti conoscano i meriti e le capacità di tale persona.
Vorrei in oltre complimentarmi con chi ha avuto la geniale idea di fare alcune telefonate informative su ciò che ho scritto, (a buon intenditore poche parole).
Comunque questo è il mio ultimo intervento, non entrerò più in un blog dove per scrivere bisogna stare attenti dove si mette la virgola o dove il periodo non è perfetto, io ho fatto studi tecnici e riesco a farmi capire, voi sapete scrivere ma non sapete operare. Ciao a tutti Saverio Occhiuto

Anonimo ha detto...

non ne sentirà nessuno la mancanza

Anonimo ha detto...

STRISCIA E' ARRIVATO GRANDE MIMMO ROSITANO BEL SERVIZIO ALLA FACCIA DI TUTTI CHE CERCAVANO DI SCREDITARE IL GRANDE "TRIBUTARISTAMBULANTE", SEI STATO GRANDE, SEI IL PIU' CORAGGIOSO CITTADINO, POLITICO, CHE ABBIA MAI CONOSCIUTO, SEI UNA PERSONA SPECIALE; ALTRO CHE STATUA! SEI ENTRATO NELLA STORIA DEL NOSTRO PAESE, STRISCIA E' LA PRIMA VOLTA CHE VIENE A REGGIO CALABRIA E POI A SANT'EUFEMIA D'ASPROMONTE, ALTRO CHE PRESIDENTE DI LEGAMBIENTE. PER ME, LE PERSONE COME TE DEVONO GUIDARE IL PAESE, TU HAI STOFFA PER FARE IL SINDACO DEL PAESE.MI DISPIACE PER I NOSTRI POLITICI, CHE HANNO PER TANTO TEMPO SCALDATO LE POLTRONE IN QUESTI HANNI,AVETE ABBANDONATO LA GENTE E IL TERRITORIO. DOVETE ANDARE A ZAPPARE LA TERRA E PRODURRE IN ASPROMONTE.PINO MODAFFERI

Domenico ha detto...

Che abbia fatto un buon lavoro su questo blog è stato detto trecentomila volte. Peccato che per averlo detto quelli di Legambiente si siano offesi! Pazienza, me ne farò una ragione...