Loading...

giovedì 4 ottobre 2012

Epic Fail

Nel linguaggio dei social network, con Epic Fail (fallimento epico) s’intende un enorme sbaglio (qualcosa di simile a una figuraccia), immortalato in un video o in una foto. Ad esempio, certe scritte sgrammaticate che si leggono sui muri delle città.














O immagini buffe, incredibili, che suscitano istintivamente una fragorosa risata.















Qualcosa di simile è capitato con il post che ho pubblicato stamattina per rispondere a un fantomatico Rocco Cutrì. “Fantomatico” non perché Rocco non esista, ma perché non è lui l’autore del commento all’articolo Strettamente personale che aveva provocato la mia reazione.
Negli ultimi tempi sul blog registro, con maggiore frequenza rispetto al passato, incursioni incresciose. Per questo sono stato costretto a inserire la funzione “moderazione” nei commenti, che non pubblico se contengono attacchi o offese anonime nei confronti di chicchessia. In questa circostanza, sono stato tratto in inganno dal fatto che l’intervento era sottoscritto con nome e cognome, anche se per tutta la giornata di ieri ho avuto il dubbio che si trattasse di un troll (chi, su internet, pubblica messaggi provocatori).
Conosco Rocco, al quale ho pure avuto modo di esprimere (qui) il mio apprezzamento, ai tempi della sua esperienza amministrativa, e proprio per questo ero rimasto sorpreso e amareggiato. Purtroppo, non sono però riuscito a rintracciarlo, prima di postare l’articolo, per accertare al cento per cento che quelle parole fossero davvero roba sua. Errore da matita blu: mea culpa.
Ne hanno fatto le spese, involontariamente, anche Nino Creazzo e Carmen, intervenuti in mia difesa con parole abbastanza pesanti. Mea culpa, anche nei loro confronti.
Ho eliminato dal blog il post che avevo scritto stamattina e i commenti che hanno suscitato questo vespaio, a partire, ovviamente, da quello inviato dal simpatico usurpatore.
Nella foto sotto, eccomi nel momento in cui scopro di essere stato “trollato”, un attimo prima di sbattere contro la verità (è quella cosa di ferro orizzontale).


7 commenti:

Carmen ha detto...

Credo sia doveroso da parte mia fare delle scuse al signor Cutrì, anche se naturalmente il mio commento era rivolto a quello che poi si è scoperto essere un "troll". Spero che non succedano altri episodi simili perché è davvero deprimente pensare che c'è gente che ricorre a questi mezzucci per dire quello che pensa, infangando la reputazione di altri e mettendo zizzania fra persone che hanno in comune la voglia di veder progredire il nostro paese.

nino creazzo ha detto...

mi associo alle parole di carmen, non cosco bene il sig. Cutri e spero che questa disavventura sia l' inizio di una bella amicizia.
Nini.

Domenico ha detto...

Credo che non valga neanche la pena dare eccessiva importanza all'accaduto.
Il caso è stato risolto in meno di 24 ore. Si tratta di ragazzi che si divertono così, tra una scommessa e l'altra, specialmente quando sono particolarmente delusi per la cattiva prestazione della propria squadra del cuore, come accaduto martedì sera contro lo Shaktar Donetsk...

tina ha detto...

Penso che prima di muovere accuse contro chiunque bisogna prima accertarsi sul dato reale,soprattutto quando si usa uno strumento come Internet (che tanto reale non è!)e quando si pensa di conoscere l' autore del post (si chiama così?) e non lo si ritiene capace di determinate affermazioni.

Domenico ha detto...

Ad onor del vero, nel mio post non accusavo ma mi limitavo a manifestare amarezza e sorpresa per certe affermazioni inverosimili.
Detto questo, una volta accertato lo sbaglio, ho ammesso l'errore e chiesto scusa, non solo sul blog, come sono sempre solito fare e come sempre si dovrebbe fare tra persone civili.

FRANCESCO NAPOLI ha detto...

Caro Dominik,ti trovo una persona molto intelligente e apprezzo molto il tuo blog che leggo abbastanza spesso,questa volta mi spiace dirlo ma il commento relativo ai ragazzi che tra una scommessa e l'altra si divertono a mettere zizzania soprattutto quando la Juventus va meno bene del solito potevi risparmiartelo.Io parlo a nome di tutto lo JUVENTUS CLUB DOC "CLAUDIO MARCHISIO" SANT'EUFEMIA D'ASPROMONTE, club nato dal nulla dall'impegno e il sacrificio di un gruppo di ragazzi che adesso conta quasi 200 tesserati provenienti non solo dal nostro paese ma anche da tanti altri paesi vicni, compresa anche Reggo Calabria. Non mi piace lodarmi da solo ma ad oggi, il nostro club, è una delle poche attività sociali che in questo momento riesce a far raggruppare numerosi giovani nel nostro piccolo paesino dove ormai tutte le poche associazioni rimaste sono in fase di declino più assoluto! Quindi penso, anche se tu hai altre simpatie calcistiche che dovresti lodarci per quello che facciamo, piuttosto che lanciare frecciatine da 4 soldi, o almeno da persona matura quale ti ritengo, ti consiglio di confrontarti direttamente con noi senza lanciare queste allusioni che te lo dico in tutta onestà, francamente da te, non mi sarei mai aspettato! ...Fino alla fine Forza Juventus!! FRANCESCO NAPOLI , RESP. JCD SANT'EUFEMIA D'ASPROMONTE

Domenico ha detto...

E chi sta dicendo niente sul club della juventus?
Tutto ciò che fa aggregazione in paese va benissimo, te lo dice uno che nel suo piccolo lo fa da 25 anni.
Il senso del post era un altro e chi deve capire ha già capito. Quella sul club era una battuta per sdrammatizzare e per dare alle cose la giusta proporzione, che è quella di una ragazzata.
La fede calcistica in tutta questa vicenda non c'entra nulla. Tra l'altro (ahimé), ho superato da un pezzo l'età in cui è legittimo avere una fede calcistica. Ora al massimo, posso avere una simpatia...
In bocca al lupo... e forza Inter!!