Loading...

domenica 3 novembre 2013

Addio, Roberto

Caro Roberto,
avevamo capito tutto quando a maggio non ti vedemmo svoltare l’angolo della piazza per venirci incontro con la tua inseparabile sigaretta accesa. Avevamo saputo che non stavi bene, per cui quest’anno non ti era stato possibile trascorrere i tuoi “soliti” cinque mesi a Sant’Eufemia.
Ci piaceva la tua vita da pensionato: sette mesi a New York e cinque a Sant’Eufemia. La tua simpatia, il tuo affetto e la tua educazione: sentimenti antichi che ti rendevano giovane tra i giovani. E noi a cercarti, contendendoti ad altre comitive, per proporti qualcosa di interessante. Una gara per avere la tua presenza: “Roberto, stasera non prendere impegni: si va per un gelato”. Oppure, improvvisamente, tutti sulle macchine e via verso l’Aspromonte, per una spaghettata alle due di notte in una casetta di campagna, bibite e companatico vario racimolati nelle dispense delle nostre cucine.
Dei tanti momenti trascorsi insieme ricordo quella volta che Salvatore organizzò una serata per salutarti prima della tua partenza, un paio di anni fa: eravamo una ventina e alla fine saltò fuori una torta in tuo onore che ti fece commuovere.
Ora sei tu a farci commuovere, con la notizia di oggi, che ci ha spiazzato nonostante fosse attesa. Non ci abitueremo mai alla morte, al suo mistero e ai crateri che lascia nell’anima.
Voglio ricordarti così, a capotavola col bicchiere alzato.
Addio, amico mio.


20 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao Roberto, "AMICO" di tutti.
Enzo Fedele.

Anonimo ha detto...

un grande uomo che ha amato il suo paese.
Ci mancherai.

Anonimo ha detto...

mi dispiace , eri una persona buona e solare un grande italiano e un leale americano ... eri per me lo "zio Roberto" anche se non eri mio zio ....ciao -
umberta










Cirano ha detto...

E' tutta una carrellata di personaggi da romanzo.....

Anonimo ha detto...

un grande italiano e un leale americano
ciao "zio Roberto" anche se non sei mio zio ma la tua famiglia è un po' anche la mia - grazie alle tue splendide nipoti

ENZA ha detto...



C I A O Z I O


R O B E R T O

Anonimo ha detto...

Ciao Roberto...ti porteremo sempre nei nostri cuori!!!

Luigi Pillari

Enzo ha detto...

L' ho saputo mezzora fa da un amico che mi ha avvisato telefonicamente. Mi è dispiaciuto tantissimo, Roberto era un carissimo amico e una grandissima persona. Ciao Roberto...

Anonimo ha detto...

Ciao amico.....niente piu mare insieme.....ti ricorderó x sempre......rocky ;-)

ADRIANO ASCRIZZI ha detto...

sono Adriano, nipote di Roberto,vorrei ringraziare Domenico per l'affettuosa testimonianza, che ha dato, ricordando mio zio.
Grazie a tutti per il bene dimostrato a Roberto, che continuerà a vivere nei nostri cuori, riempiendo quei crateri scavati dalla sua morte.
CIAO ZIO

Domenico ha detto...

Cari Enza e Adriano, Roberto era amato perché amava. Queste testimonianze e le tante parole che da ieri ci scambiamo tra amici scaldano il cuore, nonostante il dolore.

Domenico ha detto...

Copio qua un commento che Salvatore ha lasciato su Facebook, che riassume bene tutto l'affetto che ruotava attorno al caro Roberto:

"Non riesco a commentare in poche righe l'affetto di cui sono stato ammantato per una vita, da questa figura generosa, saggia, cordiale e leale quale appunto "Zio Roberto". La fotografia scelta da Dominic senza dubbio rappresenta in maniera immediata la centralità della persona di Roberto per tutti Noi, solo anagraficamente più giovani, che abbiamo amato la Sua compagnia e che non potevamo fare a meno della Sua presenza nelle circostanze più belle e conviviali. Non Ti dimenticherò mai e mai finirò di ringraziarTi per i tanti momenti indimenticabili che mi hai voluto regalare. Ti voglio bene, in quest'abbraccio ideale posso solo dirTi che vivrai sempre con me".
Salvatore Condello

Antonella Ascrizzi ha detto...

Ciao zio Bobby,
impossibile dimenticare la tua grande generosità, allegria, la tua simpatica irascibilita', la tua risata contagiosa che riecheggera' per sempre nei nostri cuori. Ci sono così tanti ricordi..da custodire..da quando ero piccola fino ad oggi.
Grazie zio, perché mi hai regalato tutti questi fantastici momenti..delle foto indelebili conservate nell'album della mia vita.
Il dolore è forte e le lacrime si confondono tra le mille gocce di pioggia.
Ma questo non è un addio perché your soul will never die..
Sei nell' aria della tua amata S.Eufemia..sei negli immensi grattacieli di New York..sei con noi..sempre..
Ti saluto come tutte le nostre telefonate..
Tu mi dici : "love you"
E io ti rispondo : "love you too..so much"
La tua Antonella

Pino Marrara ha detto...

Mi ricordo di questa spaghettata organizzata con i suoi giovani amici, me ne aveva parlato perché la sorpresa finale della torta l'aveva fatto emozionare non poco. Si faceva volere bene per i suoi modi semplici, aveva un cuore grande e dimostrava rispetto alle persone che gli volevano bene. E' stato e rimarrà UN PICCOLO GRANDE UOMO.

Domenico ha detto...

Copio nuovamente da Facebook, il commento lasciato da Pasquale Creazzo:

"oggi, fino alle 13 sono stato al paese, ho salutato Salvatore ma non mi ha detto nulla, forse ancora non sapeva. Stasera leggo questa triste notizia e mi piange il cuore. Quante serate passate a passeggiare in piazza e fumare un po' di cicche. A raccontarsi cosa si era mangiato e bevuto. Un uomo con cui era piacevole conversare, mai fuori le righe e rispettoso di tutti. Caro Roberto ti ricorderò sempre per la tua affabilità e la tua dolce risata".

Anonimo ha detto...

Per chi come me percepiva l'arrivo della bella stagione con l'inizio delle interminabili sue passeggiate sul marciapiede difronte a casa mia, per chi come me ogni uscita o rientro a casa durante l'estate coincideva immancabilmente con il mio "ciao Robertu!" ed il suo " ciao bellu meu!" (l'anno scorso aggiungeva sempre "hai nu fijju chi è na cosa spettacolari"), questa estate non è stata la stessa... le prossime estati non saranno le stesse. ciao Robertu! francesco, rossella e andrea.

antonino mantica ha detto...

..." è legge nel Regno del cielo che chi entra nel vigneto all'undicesima ora riceverà la paga dell'intera giornata."
Dal paese ideale di San Procopio la tua e la mia nostalgia Nino.

Anonimo ha detto...

"Zio Bob" apparteneva a una razza in via d'estinzione. Sembra banale retorica, ma era (come spesso capita di dire) una persona d'altri tempi e non perché ancorato al passato, ma perché del passato incarnava quei valori che oggi passano in secondo, terzo piano: educazione,rispetto per tutti che non era mai piaggeria, onestà intellettuale. La sua gustosa irascibilità mi ricordava quella di Bud Spencer: un "orso" dal cuore d'oro; il suo "ah, yeah!", un intercalare che a volte ripetevamo per la sua e nostra voglia di sorridere con leggerezza. Ho il rammarico di non aver fatto in tempo a presentargli mio figlio. Diego lo conoscerà attraverso i miei ricordi: piccola consolazione. Mi manchi e mi mancherai, zio Bob. Luis

Anonimo ha detto...

...."Roberto,nel giro di una stagione inaspettatamente te ne sei andato,ci hai lasciati troppo presto, ci mancherai, ci mancherà la tua dolce risata che ci trascinava tutti a ridere con te, ci mancherà la tua commozione e il tuo stupore davanti a quella tortina preparata a sorpresa per i tuoi 50 anni dalle tue cuginette Luisa e Donata....ingenue e pure avevano 9 anni e hanno improvvisato per te quella torta fatta con una merendina e qualche fiorellino preso dai loro giochini... una candelina e ti hanno reso felice.... ora il mio augurio per TE è che tu sia veramente felice assieme ai tuoi genitori, zia Maria e zio Rosario e a tutti i tuoi cari che vedendoti arrivare sono certa hanno fatto festa, venendoti amorevolmente incontro.... ti ricorderemo sempre nelle nostre preghiere..... un'altra delle tue tante cugine che ti hanno voluto bene: Marisa a figghia i to cugina Saverina....."

04 Novenbre 2013 h.19,4

Maria ha detto...

Sono Mariella,nipote di Roberto,la ringrazio moltissimo per le belle & sincere parole ,che mi hannno commosso tantissimo.Anche se zio non e'piu'con noi sara' per sempre nei nostri cuori.Ciao zio mi manchi tanto.Riposa in pace.